Probabilmente avrai già sentito parlare del Solare termico, magari da qualcuno che come te gestisce un’azienda con un importante consumo di acqua sanitaria, ed è probabile che tu stenti a credere che sia possibile risparmiare così tanto senza dover rinunciare a niente.

Beh il dubbio è più che legittimo, d’altronde ogni volta che ascoltiamo la televisione o accediamo al nostro social network preferito, veniamo bombardati da promozioni e offerte, molto spesso di prodotti di cui oltretutto ci importa ben poco. Così finisce che, una soluzione innovativa come quella del Solare Termico, venga inghiottita dal web e rigettata come uno dei tantissimi prodotti in promozione fino ad esaurimento scorte!

L’impianto Solare Termico garantisce un grandissimo risparmio e, sì, può essere installato a condizioni più che convenienti, per un motivo molto semplice: l’incentivo statale Conto Termico 2.0 che va a ricoprire fino il 65% del costo.

Spero di averti già rassicurato un po’, ma fidati che i motivi per credere alla reale convenienza di un impianto solare termico -soprattutto per un’azienda- non finiscono qui! Se continuerai la lettura di questo articolo scoprirai tutti i vantaggi di questo tipo di impianto e gli incentivi che lo riguardano, così da poter valutare quanto possa essere conveniente per la tua attività l’installazione di un impianto solare termico.

I vantaggi di un impianto solare termico

Come accennato sopra, i vantaggi di un impianto solare termico sono molteplici, ma quello che suscita maggior interesse nella mente di un imprenditore è certamente il risparmio

Per capire quanto potrebbe essere conveniente installare un impianto solare termico la prima domanda che dovresti porti è: quanta acqua sanitaria occorre alla mia attività? Per quanti mesi all’anno? Quanto mi costa?

Nessuno meglio di te può rispondere a queste domande, ma facciamo un esempio pratico e con numeri alla mano, per capire cosa intendiamo per “risparmio”. Ecco uno scenario: sappiamo che il prezzo di una singola doccia varia dai 10 ai 36 cent/€ a seconda dello strumento scelto per scaldare l’acqua, e prendiamo come esempio un agriturismo che ospita 15 persone a notte e che paga 16 cent/€ a doccia (sistema GPL). Moltiplichiamo questo costo per il numero di ospiti e ipotizziamo che ognuno di loro effettui una o due docce al giorno. Il “conto” alla fine del mese per scaldare le sole docce sarà di 100€, e quindi di 600€ a fine periodo turistico (ipotizzando un arco di tempo che va da Aprile a Settembre)… una bella fetta dei guadagni!

Il sole, a dispetto dei combustibili fossili, non deve essere sottoposto a complicatissime (e costosissime) procedure per essere trasformato in energia, il che lo rende particolarmente conveniente!

Sfruttando proprio questo principio, l’impianto solare termico,può abbattere i costi per scaldare l’acqua sanitaria del 90%.

Un altro importantissimo beneficio chiaramente è quello ambientale: azzerate le emissioni di C02!

Se ancora ti sembra troppo bello per essere vero e pensi che la fregatura sia nascosta dietro l’angolo o meglio, tra il costo dell’impianto e quello per l’installazione, adesso ti sorprenderai del contrario…

Gli incentivi per installare un impianto solare termico

Per testimoniare e promuovere i reali benefici di un impianto solare termico, sono state istituite due importantissime forme di incentivazione statale: la Detrazione Fiscale e il Conto Termico 2.0.

Queste soluzioni, che abbiamo approfondito nell’articolo Conto termico e detrazione fiscale per il Solare Termico, quale scegliere?, prevedono un recupero fino al 65% dei costi sostenuti per l’intervento, ma si differenziano sotto alcuni aspetti.

La Detrazione Fiscale, come saprai, prevede un rimborso economico in 10 anni, a patto che tu abbia la capienza fiscale e che l’intervento sia eseguito in conformità con le direttive europee. In ogni caso dovrai avvalerti di un commercialista.

Il Conto Termico 2.0, decisamente più evoluto in quanto a tempistica, prevede il rimborso entro 60-100 giorni dalla fine dei lavori, ma occorreranno dei tecnici per presentare le diverse pratiche utili per il raggiungimento dell’incentivo stesso, il cui ottenimento, attenzione, non è garantito.

C’è una terza soluzione che noi promuoviamo: Conto Termico RiESCo ConTe. Questa si avvale dell’Energy Performance Contract promossa dall’Unione Europea per favorire l’efficientamento energetico e disincentivare il consumo di fonti energetiche inquinanti.

La nostra proposta è semplice quanto efficace: con questa formula contrattualeRiESCo ti sconta da subito (senza neanche dover attendere i 60-100 giorni di cui sopra)il valore dell’incentivo Conto Termico 2.0 (65%), certi del buon fine della pratica, in quanto specialisti.

Non solo! Non dovrai neppure anticipare il restante 35% … quello che risparmi in bolletta potrai destinarlo ad un piccolo finanziamento e saldare così l’intero il costo dell’intervento.

Ed I vantaggi non finiscono qui: non dovrai preoccuparti dell’installazione, della manutenzione e di tutti i rischi legati all’ottenimento dell’incentivo, ed avrai assicurata la migliore soluzione di impianto solare termico adatto alla tua specifica soluzione.

Com’è che abbiamo questa certezza? Perché affideremo la verifica delle condizioni tecniche, l’installazione e la manutenzione al tuo idraulico di fiducia, ed a pagare la sua prestazione saremo noi!

Riesci a pensare ad una formula più semplice di così?

Conclusioni: quanto potrebbe essere convivente per te un impianto solare termico?

Se leggendo l’esempio dell’agriturismo sopra riportato ti sei detto: “caspita quanto potrei risparmiare!”, allora sì, potrebbe essere davvero interessante per te valutare l’installazione di un impianto solare termico.

Se approfondendo le formule di incentivazione ti sei meravigliato di quanto poco oneroso sia investire nel solare termico, questo tipo di impianto potrebbe fare davvero al caso tuo.

Se poi, tra la tua clientela, vi fosse una fetta particolarmente sensibile alle tematiche ambientali (quella chiamata Green), adottare una soluzione efficiente e pulita potrebbe rappresentare un’interessante attrattiva! Magari da pubblicizzare sui tuoi portali web e social…

Arriviamo quindi a vedere se la tua attività può passare dalla teoria alla pratica, analizzando i fattori tecnici:

  • La zona in cui si trova la tua attività: per valutarne l’effettivo risparmio il primo fattore da considerare è l’esposizione solare;
  • Condizioni climatiche: se vivi una zona particolarmente soggetta a fenomeni atmosferici sfavorevoli, come la nebbia, è necessario scegliere il giusto pannello solare termico;
  • Orientamento e inclinazione del tetto: ai pannelli solari occorre l’esposizione a Sud e a 30-45° di inclinazione;

Sottovalutare l’importanza anche di un solo di questi fattori in fase di progettazione potrebbe decretare un mal funzionamento dell’impianto e quindi una cattiva resa. Come evitare ciò? Affidandoti a specialisti (come noi di RiESCo) che si accerteranno come prima cosa di procedere ad un sopralluogo tecnico con relativa valutazione finanziaria.

Ora inizi ad avere gli strumenti per capire se installare un impianto solare termico potrebbe essere interessante per la tua attività, ora la scelta sta a te.

Da oggi puoi installare il solare termico con gli incentivi del Conto Termico 2.0!